3 uova intere

un pizzico di sale

per farcire

250 ml latte parzialmente scremato
70 gr zucchero
2 tuorli freschi
20 gr fecola di patate
1 scorza di limone

In un pentolino, porre l’acqua, il burro e il pizzico di sale su fiamma media, fino a far raggiungere il bollore.
Incorporare la farina precedentemente setacciata mescolando energicamente, in modo che non si formino grumi.
Quando il composto si staccherà bene dalle pareti del pentolino (1-2 minuti) togliere dal fuoco e lasciar raffreddare.
Aggiungere a questo punto le uova una alla volta, avendo cura che la prima sia ben incorporata con l’impasto prima di unire l’uovo successivo.
Con una sac-à-poche creare tanti piccoli bignè su una teglia foderata di carta da forno: distanziare bene uno dall’altro, perchè gonfieranno.
Cuocere a forno statico, 220°, per venti minuti.

Per la crema sbattere i tuorli con lo zucchero fino a renderli spumosi, unire la farina setacciata rimescolando bene, aggiungere la scorza di limone e stemperare il tutto con il latte già tiepido fatto scendere a filo.
Porre su fuoco dolce e continuare a mescolare fino a far addensare la crema per circa 3 minuti. Lasciar raffreddare coperta da pellicola trasparente, poi usarla per farcire [nel mio caso, strafarcire :)] i bignè con una sac-à-poche.
Completare con una spolverata di zucchero a velo.

Polpette speziate di pollo e zucchine

Un piatto detox, perfetto per i lunedì che seguono qualche eccesso di troppo del weekend: per sentirsi in pace con la propria coscienza senza però rinunciare al gusto!
Il petto di pollo è perfetto come cena leggera, ma semplicemente grigliato alla lunga stufa… da qui l’idea di combinarlo in una preparazione unica con le verdure, che hanno il pregio di ammorbidire questa carne un pò asciutta per sua natura.
Io ci ho aggiunto il cumino, per dare un tocco arabbeggiante alle mie polpette, ma la ricetta si presta a essere arricchita dalle spezie che più vi piacciono (ad esempio ci vedo benissimo il timo o l’erba cipollina).


Ingredienti:
500 gr petto di pollo
120 gr Philadelphia light
3 zucchine
mezzo cucchiaino di cumino
mezzo cucchiaino di noce moscata
sale e pepe qb
pangrattato
olio EVO

Tritare nel mixer il petto di pollo pulito e ridotto in tocchetti.
Nel frattempo, grattuggiare e cuocere le zucchine (io per praticità uso la cottura al vapore a microonde). Lasciarle raffreddare.
In una terrina mischiare la carne, le zucchine e il Philadelphia.
Salare, pepare e aggiungere le spezie. Mischiare bene tutti gli ingredienti.
Il composto risulterà piuttosto appiccicoso, è corretto perchè si tratta di polpettine morbide.
Aiutandosi con il pangrattato, formare delle polpettine leggermente schiacciate.
Disporle su una teglia foderata di carta da forno, aggiungere un filo d’olio EVO in superficie e infornare.
Cuocere a 200° in forno statico per 20/25 minuti o comunque fino a che non saranno ben dorate.
Sono perfette accompagnate da un’insalatina fresca, meglio se di varietà croccante, per un equilibrio perfetto di consistenze e sapori.

Con questa ricetta partecipo al contest di JustHermione, Smiling diet

Cheesecake al forno con frutti di bosco

Questo è decisamente il mio “dolce forte”, una torta che riesce sempre e piace a tutti…  almeno, nessuno ha mai avuto il coraggio di dirmi il contrario 🙂
Amo il suo aspetto opulento, grazie alla copertura di frutti di bosco freschi, e la sua consistenza ricca ma mai stucchevole.
Potrei declamarne la ricetta a memoria, come fosse una delle troppe poesie imparate a memoria al liceo.
I lamponi, come quelli che mio nonno raccoglieva nel suo orto al martedì, quando papà tornava al suo paese d’origine per visitare in ambulatorio e lui me ne mandava una scodella a casa, da mangiare con lo zucchero perchè già allora ero vergognosamente golosa.
I biscotti Digestive, usati per la base, mi riportano al primo anno di Università: le  colazioni, al tavolo della mia casetta, il primo esperimento di vita da sola. Mi sentivo indipendente ma anche piccola, in fondo non avevo ancora nemmeno compiuto 19 anni.
Un bel mix di sensazioni, che ricordo con sentimenti agrodolci: sarò sempre legata a questo dolce e ai suoi sapori, spero piaccia anche a voi! 

Ingredienti:
300 gr di biscotti Digestive
2 uova
125 gr burro
170 gr zucchero
2 cucchiai di succo di limone
400 gr di Philadelphia
due cucchiai di marmellata di frutti di bosco
more, mirtilli e lamponi o altra frutta a paicimento

Sciogliere il burro in un pentolino a fuoco basso, tritare i biscotti e
unire tutto creando un fondo sulla tortiera (ricoperta di carta forno)
schiacciando bene con il cucchiaio. Far riposare il fondo mezz’ora in
frigorifero.
Montare le uova con lo zucchero e il limone fino a ottenere un composto spumoso e chiaro.
Aggiungere il Philadelphia, mescolare bene e montare ancora con lo sbattitore elettrico.
Versare la crema ottenuta sul fondo e far cuocere a 180 gradi nel forno
preriscaldato per 30/45 minuti, a seconda della tortiera (prolungare la
cottura se lo strato di crema è molto alto).
Sulla cima della torta si formeranno delle piccole crepe, significa che la crema è cotta.
Far riposare fuori dal forno e, una volta fredda, riporre in frigo per qualche ora (meglio tutta la notte).
Prima di servire scaldare della marmellata in un pentolino insieme a un
cucchiaio d’acqua e spalmare come guarnizione, completando con frutti di
bosco freschi.
La copertura a piacere può essere fatta anche con cioccolato fuso, fragole fresche o altre tipologie di marmellata.

Con questa ricetta partecipo al contest di Maddalena

Brownies cioccolato e noci

I brownies sono un dolce versatile: veloci da preparare, piacciono a tutti (i bambini poi, li adorano!) e sono facilissimi da trasportare, quindi adatti a buffet e picnic.
Gastronomicamente parlando li ho scoperti tardi, ai tempi in cui frequentavo l’università a Lugano: le mie due amiche più strette dell’epoca ne andavano pazze, mentre io preferivo cose ugualmente pesanti ma meno cioccolatose 🙂
In generale, non ho mai avuto un debole eccessivo per i dolci al cioccolato: preferivo sgranocchiare direttamente la tavoletta, meglio se quella extrasottile e abbinata alla treccia al burro, un pane che in Svizzera spopola ed è buonissimo.
Se invece siete chocolate-addicted o se semplicemente volete deliziare parenti e amici, questa ricetta fa per voi! 

Ingredienti:

200 gr di cioccolato fondente

175 gr di burro
120 gr di farina 00
100 gr di zucchero

60 gr di noci
2 uova
2 cucchiai di cacao amaro  

mezza bustina di lievito
Tagliare il cioccolato a pezzi e far sciogliere insieme al burro e al cacao a fuoco moderato, mescolando con una spatola fino a quando non sarà completamente sciolto. Lasciar intiepidire.
Montare le uova e lo zucchero per qualche minuto, unire poi a filo il composto di cioccolato fuso con il burro e il cacao.
Aggiungere da ultimi la farina (setacciata) con il lievito e le noci tritate.
Amalgamare bene il tutto e versare il composto in uno stampo, rivestito di carta forno; cuocere a 180 gradi per 25 minuti.
Far riposare il dolce e servirlo tagliato a rettangoli.
Dedico questo dolce con tantissimo affetto a tutte le Bloggalline, nuove amiche già preziose che stimo e adoro una ad una! <3

Frolla al cacao con farcitura alle arance di Sicilia e crumble al cioccolato fondente

Ieri era il compleanno della mia mamma e, dato che la cena per cause di forza maggiore ha dovuto prepararla lei, mi sono occupata almeno della torta. 
Mi piaceva l’idea di sperimentare qualcosa di nuovo, coniugando due ingredienti che lei adora singolarmente e che le fanno perdere la testa se abbinati: la scorza d’arancia e il cioccolato extrafondente.
Nessuna delle ricette trovate tra i miei appunti mi convinceva fino in fondo, quindi ho fatto di testa mia e devo dire che il risultato mi ha soddisfatta parecchio!


Prima di lasciarvi la ricetta però, voglio fare anche qui tanti auguri dal profondo del cuore alla mia mamma…
Perchè il tuo esempio mi rende una persona migliore, anche se non sempre riesco a seguirlo come vorrei.
Perchè solo io so quante lacrime hai asciugato, quante ferite hai lenito, quanta forza mi hai infuso quando pensavo di non farcela.
Perchè mi hai insegnato a essere indulgente con me stessa, a non pormi limiti, a contemplare le sfumature nei giudizi e negli atteggiamenti.
Perchè mi hai regalato l’amore più grande che potessi avere al mondo, mia sorella.
Perchè nelle recenti prove che ho dovuto affrontare mi sono resa conto che non importa dove vivi, quanti anni hai, chi sei diventato: avrai sempre bisogno prima di tutto della tua mamma.
Senza di te non sarei nulla, buon compleanno!








Ingredienti:
Per la frolla
250 gr farina 00
140 gr burro
90 gr zucchero semolato
25 gr cacao amaro
un uovo
Per il crumble
100 gr farina 00
60 gr burro
40 gr zucchero semolato
10 gr cacao amaro
50 gr gocce di cioccolato fondente
Per farcire
marmellata arancia di Sicilia senza zucchero
scorzette di arancia candite

Preparare la base di frolla al cacao, lavorando tutti gli ingredienti energicamente con le mani.
Far
riposare la pasta avvolta nella pellicola trasparente per circa 30
minuti in frigo, poi stendere in una tortiera precedentemente imburrata e
infarinata.
Farcire con la marmellata, leggermente riscaldata per consentire di spalmarla più semplicemente, e distribuire le scorzette di arancia tritate finissime.
Lavorare con la punta delle dita gli ingredienti del crumble (escluse le gocce di cioccolato) fino a ottenere un composto bricioloso.
Ricoprire con il crumble e completare con le gocce di cioccolato distribuendole bene sulla torta.
Cuocere a 180°, forno statico, per 30/35 minuti.

Con questa ricetta partecipo al contest “Happy Birthday Le Ricette di Anna e Flavia

Tortelli di Carnevale

La vera festa in maschera per me è sempre stata al paese di mia nonna: ogni Carnevale veniva organizzata una bella sfilata di carri e la piazza era letteralmente invasa di bimbi mascherati. Lei mi faceva preparare appositamente dalla sua sarta originalissimi vestiti, con cui mi sentivo un’autentica principessa.
Il mio preferito, quello da “Primavera”, comprendeva anche un cestino pieno di fiorellini di carta che non immagino quanto ci mettesse a ritagliare. La nonna infatti non ha molto il senso della misura, e questa sua caratteristica la amo visceralmente da sempre.
Per anni e anni Carnevale per me ha sempre fatto rima con “chiacchiere”. Fritte o al forno, la nonna ne comprava appunto per un reggimento e se ne mangiava fino a sentire il pancino tirare.
Da un paio di anni a questa parte invece, ho riscoperto un’avida passione per i tortelli: quelli vuoti all’interno, sofficissimi e rotolati nello zucchero in granelli, da mangiare sia semplici che ripieni di crema pasticcera o Nutella.

A Milano oggi è giovedì grasso, vi lascio quindi la ricetta di come li ho sperimentati io quest’anno, su caldo invito di Fabio 🙂

Ingredienti:
225 gr farina 00
150 ml latte
250 ml acqua
70 gr burro
30 gr zucchero semolato
4 uova
la scorza grattugiata di un limone
un pizzico di sale
olio di semi per friggere

Scaldare in un pentolino antiaderente l’acqua, il latte,il  pizzico di sale e il burro a pezzettini. 
Quando inizia a bollire, togliere dal fuoco e aggiungere la farina
setacciata.
Con un cucchiaio di legno mescolare bene, rimettere sul fuoco e continuare a mescolare finchè il composto non
si stacca bene dalle pareti. Lasciar raffreddare.
Unire la scorza del limone grattugiata e un uovo alla volta avendo cura che l’uovo precedente sia ben amalgamato all’impasto.
Incorporare da ultimo lo zucchero.
Scaldare l’olio in un tegame alto e non troppo largo; friggere palline di impasto formate o con l’aiuto di una sac-à-poche o con due cucchiai leggermente unti d’olio. Non cuocere mai troppe palline  alla volta, per mantenere costante la temperatura dell’olio e lasciare che si gonfino a sufficienza.
Far cuocere i tortelli rigirandoli con una schiumarola finchè sono gonfi e ben dorati. 
Scolarli su carta assorbente e passarli ancora caldi nello zucchero
semolato.

Branzino agli agrumi e pistacchi con cavolo romano AOP

Un paio di domeniche fa ho avuto due ospiti molto speciali a pranzo: mamma e papà 🙂
Essere io a preparare loro qualcosa di buono, cercando con la cucina di trasmettere tutto l’amore che provo per loro e la voglia di renderli fieri di me, è un compito che mi entusiasma e allo stesso tempo intimorisce sempre un pò.
Entrambi amano molto mangiare pesce, di tutti i tipi e in tutte le salse, mentre io non ho ereditato la loro stessa passione: benchè mi piacciano i pesci a filetto e i crostacei detesto il sapore di molluschi e simili, e in più maneggiare certi tipi di pesce mi fa parecchia impressione.
Per mettere tutti d’accordo ho scelto un pesce delicato ma saporito, preparato secondo una ricetta dai profumi e sapori di Sicilia, che ha riportato un raggio di sole in una domenica un pó uggiosa.

Ingredienti:
4 filetti di branzino
4 cucchiai di olio EVO
il succo di un’arancia
il succo di un limone
60 gr pistacchi sgusciati
uno spicchio d’aglio
pangrattato qb
prezzemolo fresco

Tritare il prezzemolo e l’aglio.
In una ciotola versare il succo del limone, quello dell’arancia e l’olio, aggiungendovi il trito di prezzemolo e aglio. Unire i filetti e farli marinare almeno 30 minuti rigirandoli a metà tempo.
Disporre i filetti in una teglia da forno e irrorare con la stessa marinatura.
Tritare i pistacchi nel mixer, poi cospargere i filetti con i pistacchi e il pangrattato.
Cuocere a 180° per 20 minuti, finchè i filetti non sono dorati.
Io ho accompagnato con delle cimette di cavolo romano sbollentato prima in acqua bollente e poi ripassato pochi minuti in padella con due cucchiai di olio EVO, aglio e peperoncino.

Ringrazio di cuore la dolcissima Consu che, oltre a regalarmi ogni giorno spunti di cucina sana e creativa, mi ha fatto dono di questo premio:

Per una neofita come me ha davvero un significato speciale che tu abbia pensato al mio blog <3
Giro questo premio a Elena, la cui dolcezza mi fa pensare alla mia mamma, e alla creativissima e deliziosa Valentina.

Grazie infinite a loro e a tutte voi che passate da questo mio spazio e lasciate una parola tra i commenti. So di avere moltissimo da imparare su tutto, ma il vostro supporto costante mi rende onorata e felice, mi riempie di carica e voglia di migliorare 🙂